Stai cercando.....
Siti Consigliati
Notizie flash
Cerca
Contattami
Prossimi eventi
lun set 25
PRESENTAZIONE CORSI 2017/2018
sab set 30
artistiKAmente
Calendario Eventi
« < Settembre 2017 > »
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
28 29 30 31 1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 1
« < Ottobre 2017 > »
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
25 26 27 28 29 30 1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31 1 2 3 4 5
Accesso





Password dimenticata?
Nessun account? Registrati
Home arrow ArtistiKAmente

 

ArtistiKAmente PDF Stampa E-mail

artistiKAmente

edizione "UNO"

La partecipazione a tutti i laboratori è gratuita, basta essere in possesso della tessera ARCI (sottoscrivibile il giorno stesso). E' obbligatorio iscriversi preventivamente specificando il laboratorio a cui si desidera partecipare scrivendo a: Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo
 

artistiKAmente apre la sua prima edizione con una giornata ricca di eventi, laboratori gratuiti aperti a tutti ( dai 18 ai 100 anni), avvicinano allo yoga, alla pittura e all'artigianato, alla musica, al tango e al teatro.
I percorsi di ogni arte s'intrecciano tra loro per coinvolgere i partecipanti in una dimostrazione di lavoro finale aperta al pubblico.

Programma giornata:
Ore 9.30 yoga
Ore 10.30 presentazione del programma a tutti i partecipanti e lettura del testo "UNO"
Ore 11 tango propedeutica
Ore 11 teatro propedeutica
Ore 11 ritratto e manufatto
Ore 13 pranzo greco (solo con prenotazione e a pagamento)
Ore 14 musiKa e buone pratiche di ascolto (live)
Ore 15 tango coreografico
Ore 15 teatro coreografico
Ore 15 ritratto e manufatto
Ore 20 cena greca (solo con prenotazione e a pagamento)
Ore 22 UNO dimostrazione dei partecipanti ai laboratori
Ore 22.30 festa danzante

 
 
René Magritte, La corde sensible
 
 
Della caduta
Di tutto restano tre cose:
la certezza che stiamo sempre iniziando,
la certezza che abbiamo bisogno di continuare,
la certezza che saremo interrotti prima di finire.

Pertanto, dobbiamo fare:
dell’interruzione, un nuovo cammino,
della caduta un passo di danza, della paura una scala,
del sogno un ponte, del bisogno un incontro.

Fernando Sabino, O encontro marcado
 


A volte le parole scritte altrove e in un altro tempo incontrano altre storie… queste parole incontrano noi, le nostre storie, che hanno un denominatore comune, l’incrocio con la vita di Karola. Queste parole dicono una esperienza condivisa, quella del limite del tempo e della fragilità: saremo interrotti prima di finire. Ma anche la certezza che stiamo sempre iniziando, scritta dentro ogni passo, ogni movimento, ogni risveglio, ogni sguardo non abbandonato all’abitudine. E la certezza che abbiamo bisogno di continuare, incantando il tempo, camminando nuovi passi, ascoltando suoni inaspettati, scoprendo parole diverse.

E quindi ecco la nascita di questa storia, la storia dalla quale nasce anche artistiKAmente: fare dell’interruzione un nuovo cammino, della caduta un passo di danza, del sogno un ponte, del bisogno un incontro. Queste parole sono scritte nella storia di Karola e nella nostra storia con lei, siamo noi e dicono l’intenzione che attraversa il progetto di questa giornata.

Incontrando Karola abbiamo incrociato la continua ricerca del respiro interno del gesto, del movimento. Il rigore e la gentilezza dell’espressione nel corpo della musica. Lo sguardo sulla bellezza del particolare mai scontato, luogo di continua creatività.

Le tracce vive di questo incontro chiedono di creare nuove occasioni, di aprire spazi di esperienza creativa…

Abbiamo dato vita alla prima edizione di ArtistiKAmente ispirandoci a Karola Redaelli, per tutti KA, sentendo e condividendo tra noi il desiderio di volerla ringraziare, rinnovando l’importanza dell’incontro, dell’incrocio con la sua vita.

Per questo ArtistiKAmente si profila come una giornata in cui i partecipanti possono incrociarsi: con uno sguardo, una parola, un respiro, una lunga conversazione, un abbraccio, di fronte a buon cibo e immersi nel gruppo che andrà creandosi durante la giornata.

ArtistiKAmente inaugura la sua prima edizione all’ arci Blob di Arcore - un luogo capace di ospitare più generazioni con spazi reali e immaginari di ristoro, in cui le persone hanno il tempo di incontrarsi.

ArtistiKAmente è una giornata dedicata a chi vuole mettersi in gioco con leggerezza, avvicinandosi gratuitamente ad arti e discipline diverse tra loro e nel contempo uguali. Diverse perché lo yoga, il tango, il teatro, la musica e il lavoro manuale creativo hanno tecniche e metodi distinti di applicazione, sviluppando linguaggi specifici. Uguali perché lo yoga, il tango, il teatro, la musica e il lavoro manuale creativo si rivolgono all’anima degli accadimenti della vita. Allo sguardo interiore, al movimento, alla pulsazione, che consente a tutti di poter fare una di queste attività e di esserne gratificato. Come illustrato dal programma, la giornata è strutturata in modo da far incrociare queste attività, formando una tessitura visibile e condivisibile con la dimostrazione di lavoro finale, che apre la serata danzante.

Il filo rosso che crea il disegno da ricamare è un brano di tango: “UNO”, di Troilo e Marino, appunto, il primo brano che inaugura una tradizione che terremo attiva per le prossime edizioni di ArtistiKAmente.

Noi siamo alcuni amici di KA, riuniti una sera di primavera di quest’anno, con il benestare di Elena, sua sorella; noi siamo Alberto, Antonio, Barbara, Chiara, Claudia, Cristina, Enrica, Giorgio , Marina, Paolo e Veronica. E con noi collaborano Melanio Cazzaniga nel laboratorio di yoga, Elisabetta Fumagalli in quello di ritratti e manufatti, Stefano Montagnana per la parte grafica, Gerardo Dassi per il web e Natascia Rauchota con l'archivio Antonio Scaccabarozzi come sponsor.

Noi saremo al BLOB sia come conduttori delle attività specifiche che come presenze attive per allestire gli spazi, trasformarli e indirizzare chiunque voglia dare uno sguardo a quel che accade. Saremo presenti per chiacchierare e raccogliere adesioni per chi vuole avvicinarsi alle attività che si propongono, immaginando che il Blob possa diventare, in un futuro prossimo, una libera scuola in cui imparare, insegnare, parlare la stessa lingua, fare nuova cultura, partire e ritornare per ricominciare…

Scatteremo delle fotografie, intervisteremo conduttori e condotti, baristi e avventori, e i risultati di questi incontri e incroci saranno poi convogliati in diverse forme visibili a tutti, esposte negli spazi del Blob.
 

I LABORATORI
 
YOGA condotto da Melanio Cazzaniga
Nulla è più indicato di una pratica introduttiva allo yoga per tutti. Iniziamo la giornata nel migliore dei modi, con il respiro e l'energia giusta.
Munitevi di un tappetino o di una semplice coperta e un abbigliamento comodo.
 
 
MUSICA condotto da Chiara Di Muzio
L'Arte di ascoltare e le buone pratiche di ascolto, è un percorso che, attraverso le note del pianoforte dal vivo della sonata "Patetica" di Beethoven", ci permetterà di approfondire e scoprire insieme il confronto su ascolto e percezioni dell ascolto.
Munitevi di cuscino o una coperta per godervi in pieno relax le note di Chiara.
 

TEATRO PROPEDEUTICA condotto da Claudia Pastorini
E' un assaggio del teatro che apre lo sguardo sulle proprie caratteristiche comunicative, partendo dalla respirazione e arrivando ad una prima conoscenza e riscoperta delle proprie peculiarità, guardandosi dal punto di vista del teatro e del suo linguaggio.
TEATRO COREOGRAFICO è un laboratorio di teatro per conoscere meglio le differenze e somiglianze tra il movimento e la parola, tra il nostro corpo e la nostra voce, per ritrovare la loro profonda unità. Giocheremo con la pratica del leader, in cui ognuno potrà sperimentarsi leader, seguace e narratore, potendo cambiare questi “ruoli” in maniera fluida, spostandosi nello spazio, danzando con gli altri il teatro e la sua potenza comunicativa.

 
Per partecipare a entrambi i laboratori è consigliato un abbigliamento comodo con un paio di calze di cambio per il laboratorio di teatro propedeutica; per chi si iscrive al laboratorio di teatro coreografico, è richiesto lo studio del brano “UNO” a memoria e un cambio di abito color nero (maglia e pantaloni della tuta o leggins, calze nere) per la partecipazione alla dimostrazione di lavoro delle 22.00.
  

TANGO PROPEDEUTICA condotto da Paolo Vitalucci e Marina Colombo.
E’ un avvicinarsi al Tango Argentino come mezzo per prendere coscienza del proprio corpo e del dialogo instaurabile col partner attraverso la profondità dell’abbraccio. Un corpo solo ma costituito da due entità, due entità che danzano con altre mille entità, creando così una sinergia: “la buena onda” nella milonga. Scoprire il Tango come ballo sociale e comunicatività attraverso il nostro corpo.
TANGO COREOGRAFICO dedicato a chi già balla, con la supervisione e regia dei maestri. Studio ed interpretazione attraverso la danza di una storia, la storia è “UNO”, l’individuo, la vita e l’amore. Costruire con armonia e semplicità una coreografia intrecciando e tessendo una rete con il Teatro e l’Arte passando prima dallo yoga, è il lavoro che si prefigge questo laboratorio. Il risultato finale sarete voi in scena la sera stessa, arricchiti da un’esperienza che va oltre al ballo fine a se stesso.
 

Per partecipare al Tango Coreografico, è necessario un preventivo ed approfondito studio del brano musicale “UNO” che vi verrà fornito al momento dell’iscrizione. Occorre essere provvisti di scarpe da ballo e di un abbigliamento adeguato che vi verrà suggerito in prossimità dell’evento per la performance serale.
 


RITRATTO E MANUFATTO condotto da Elisabetta Fumagalli
Alla nascita, la capacità di percepire e di rappresentare la realtà è libera dagli schemi che vengono via via costruiti dalla mente razionale, che ha posto nella parte sinistra del nostro cervello. La proposta ha lo scopo di iniziare un percorso che riequilibri il ruolo della parte destra, quella emotiva e istintiva, incontrando l’Art Nouveau, uno stile artistico che Karola amava, cogliendone i temi e le tecniche e stimolare poi la nostra creatività assopita, applicandoci in modo rinnovato al ritratto e al manufatto. Saremo quindi ispirati da quella espressione artistica e una volta risvegliata la nostra immaginazione originaria proveremo a rappresentarla e comunicarla con l’atto del corpo e delle mani, come è anche per le arti della danza e del teatro. Per partecipare al laboratorio è raccomandato un abbigliamento qualsiasi… ritratti e manufatti decoreranno pareti e corpi nella messa in scena serale del frutto dei laboratori, tutto il materiale necessario sarà messo a disposizione gratuitamente dall organizzazione.
 

Alphonse Mucha, La danse
 
 
 
il PRANZO e la CENA

Pranzo Greco
h. 13.00 - 15.00 (puntualità gradita)
Pietanze tipiche della cucina greca servite a buffet
incluso aperitivo alcolico e non.
€. 7.00

Cena Greca
h. 20.00 - 22.00 (puntualità gradita)
-Purea di melanzane e menta con tentacoli di polpo arrostito e crosta di pane ai cereali
versione vegetariana con fico ripieno di formaggio
-Peperone ripieno di riso (scelta con carne o senza) accompagnato da crema ai pomodori secchi
-Mussaka anche con variante vegetariana con contorno di insalata mediterranea
-Sfoglia dolce con yogurt greco noci e miele
€. 15.00 bevande escluse
 

Prezzo speciale per chi pranza e cena
€. 20.00 (bevande escluse per la cena)

Il pranzo e la cena sono obbligatoriamente da prenotarsi con sms o via wa a Betty: 339.7891067. Gli orari sono rigorosamente da rispettarsi per la fitta successione degli eventi in programma, vi raccomandiamo gentilmente la massima puntualità!
 

c/o Circolo ARCI BLOB via Casati, 31 Arcore (MB)
 
 
 
In questa prima edizione il tema-Tango conduttore che intreccerà le arti sarà
 
UNO
Musica: Mariano Mores
Testo: Enrique Santos Discepolo
Anno: 1943
versione Anibal Troilo con Alberto Marino

UNO testo completo
Uno, busca lleno de esperanzas
el camino que los sueños
prometieron a sus ansias…
Sabe que la lucha es cruel
y es mucha, pero lucha y se desangra
por la fe que lo empecina…
Uno va arrastrándose entre espinas
y en su afán de dar su amor,
sufre y se destroza hasta entender:
que uno se ha quedao sin corazón…
Precio de castigo que uno entrega
por un beso que no llega
a un amor que lo engañó…
¡Vacío ya de amar y de llorar
tanta traición!
Si yo tuviera el corazón…
(¡El corazón que di!…)
Si yo pudiera como ayer
querer sin presentir…
Es posible que a tus ojos
que me gritan tu cariño
los cerrara con mis besos…
Sin pensar que eran como esos
otros ojos, los perversos,
los que hundieron mi vivir.
Si yo tuviera el corazón…
(¡El mismo que perdí!…)
Si olvidara a la que ayer
lo destrozó y… pudiera amarte..
me abrazaría a tu ilusión
para llorar tu amor…
Pero, Dios, te trajo a mi destino
sin pensar que ya es muy tarde
y no sabré cómo quererte…
Déjame que llore
como aquel que sufre en vida
la tortura de llorar su propia muerte…
Pura como sos, habrías salvado
mi esperanza con tu amor…
Uno está tan solo en su dolor…
Uno está tan ciego en su penar….
Pero un frío cruel
que es peor que el odio
-punto muerto de las almas-
tumba horrenda de mi amor,
¡maldijo para siempre y me robó…
toda ilusión!…
 
UNO Traduzione italiana
Uno cerca pieno di speranze
Il cammino che i sogni
hanno promesso ai suoi desideri…
sai che la lotta è crudele e dura
però lotta e si dissangua
per la fede che lo cattura
Uno si trascina tra le spine
E nell’affanno di dare il suo amore
Soffre e si distrugge fino a capire
che è rimasto senza cuore…
Prezzo di dolore che si paga
Per un bacio che non arriva
a un amore che lo ha ingannato…
Stanco ormai di amare e di piangere
tanto tradimento!
Si io avessi il cuore
Il cuore che ho dato…
Se io potessi come ieri
Amare senza presentire…
E possibile che ai tuoi occhi
Che mi urlano il loro affetto
li chiudessi con mille baci…
Senza pensare che erano come quelli
Altri occhi, i perversi,
quelli che hanno sprofondato il mio vivere…
Se io avessi il cuore…
Lo stesso che ho perso…
Se scordassi quella che ieri
Lo ha distrutto e potessi amarti…
Abbraccerei la tua illusione
Per piangere il tuo amore…
Ma Dio ti ha portato al mio destino
senza pensare che ora è troppo tardi
e non saprò come amarti…
Lascia che pianga
Come colui che soffre in vita
La tortura di piangere la propria morte…
Pura come sei avresti salvato
La mia speranza con il tuo amore…
Uno è così solo nel suo dolore…
Uno è così cieco nel suo penare…
Ma un freddo crudele
Che è peggio dell’odio
punto morto delle anime,
tomba orrenda del mio amore,
maledetto per sempre e mi ha rubato…
tutta l’illusione!
 

Sito realizzato da DGSoft Sas

©Copyright - Tutti i Diritti sono riservati. L'uso improprio o non autorizzato di materiale e contenuti o parte di essi sarą  perseguito a termine di legge.